In psicologia, l’umore è inteso come lo stato emozionale interno d’un individuo, ossia l’insieme delle disposizioni affettive che determinano il tono prevalente dell’attività psichica. I disturbi dell’umore sono alterazioni del tono affettivo e del comportamento.

Si può parlare di disturbi depressivi quando l’umore è particolarmente basso per un periodo abbastanza lungo, quando la persona sta male e “funziona” meno bene.

Depressione

La depressione non è semplicemente un abbassamento del tono dell’umore o una tristezza passeggera, ma è caratterizzata dalla presenza di uno o più episodi durante i quali è presente umore depresso o perdita di interesse o di piacere per quasi tutte le attività. L’individuo può anche presentare alterazioni dell’appetito o del peso, del sonno e dell’attività psicomotoria; ridotta energia; sentimenti di svalutazione o di colpa; difficoltà a pensare, concentrarsi o prendere decisioni; oppure ricorrenti pensieri di morte o ideazione suicidaria, pianificazione o tentativi di suicidio. L’episodio è accompagnato da disagio o menomazione sociale, lavorativa, o di altre aree importanti del funzionamento della vita quotidiana. Per alcuni individui, con episodi più lievi, il funzionamento può apparire normale, ma richiede uno sforzo marcatamente superiore.

  • Disturbo Distimico,
  • Varie Forme Di Depressione